NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Si alza il vento

  • Titolo originale: Kaze Tachinu
  • Paese: Giappone
  • Anno: 2013
  • Regia: Hayao Miyazaki
  • Genere: Animazione, Biografico
  • Durata: 126 min.
  • Cast: -
  • Sceneggiatura: H. Miyazaki
  • Soundtrack: J. Hisaishi
  • Fotografia: n.p.
  • Montaggio: n.p.
  • Distribuzione: Lucky Red Distribuzione
  • Uscita in sala: 13.09.14
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: Jiro sogna di volare e di progettare splendidi aeroplani, ispirati dal famoso ingegnere aeronautico italiano Caproni. Miope dalla più tenera età e quindi impossibilitato a diventare pilota, Jiro entra a far parte della divisione aeronautica di un’importante industria meccanica giapponese nel 1927. Il suo genio viene presto riconosciuto e il protagonista giunge a diventare uno dei migliori ingegneri aeronautici del mondo.
  • Voto redazione: 7+
Vota il film:
(1 Vota)

Scritto da Alessia Paris

L'ultimo film del maestro dell'animazione giapponese Hayao Miyazaki.


"Si alza il vento, bisogna tentare di vivere..." E' con questi versi di Paul Valery che Miyazaki apre il suo nuovo film e chiude la sua carriera nell'animazione (a meno che non voglia sorprenderci con qualche fuori programma). Ci regala un film pieno di sogni ma estremamente malinconico, difficile da accettare davvero, pieno di colore per gli occhi ma anche di amarezza per il cuore.
 

Tra i tanti lavori di quello che non si può fare a meno di chiamare il Maestro dell'animazione giapponese, Si alza il vento è forse il più sofferto, per questo carico di intensità e consapevolezza. Il sogno si innalza nel cielo come saltando da un trampolino di lancio eppure una volta su, scontrandosi con il vento impetuoso, finisce per precipitare, infrangendosi in mille pezzi come il più delicato dei manufatti.
 

Nel suo noto giocare con gli intrecci tra realtà e fantasia Miyazaki realizza un'opera di tormentata bellezza, raccontandoci di Jiro, di giorno progettista di aeroplani e di notte amico del famoso ingegnere aeronautico italiano Caproni. Un sognatore che rincorre il vento, lo sfida e decide di cavalcarlo, cercando di domare l'indomabile.


"Noi non siamo mercanti di armi, vogliamo solo realizzare aeroplani bellissimi" dice a Jiro il suo amico e collega ed è in questa frase che risiede l'angosciante consapevolezza di un mondo non abbastanza grande o non ancora pronto a contenere i sogni dei sognatori. Tutti gli aerei di Jiro partiranno per la guerra, ma nessuno tornerà indietro, proprio come la bellissima ragazza rincontrata ormai donna in quell'immenso prato verde, pronta a sognare con lui destreggiandosi tra il vento come un aeroplano che vola via lontano.


Voti della redazione

Media voti Cinema Bendato

Alessia Paris

7+

Greta Colli

 

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

 

 

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.