NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

A proposito di Davis

  • Titolo originale: Inside Llewyn Davis
  • Paese: U.S.A.
  • Anno: 2013
  • Regia: Ethan Coen, Joel Coen
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 105 min.
  • Cast: O. Isaac (Llewyn Davis), C. Mulligan (Jean Berkey), J. Timberlake (Jim Berkey), F. Abraham (Bud Grossman), M. Casella (Poppy Corsicatto), J. Goodman, G. Hedlund
  • Sceneggiatura: J. Coen, E. Coen
  • Soundtrack: T Bone Burnett
  • Fotografia: B. Delbonnel
  • Montaggio: R. Jaynes
  • Distribuzione: Lucky Red Distribuzione
  • Uscita in sala: 06.02.14
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: Llewyn Davis è un cantautore folk dei primi anni Sessanta, che vive nel Greenwich Village e vorrebbe presentare a un discografico il suo disco d’esordio, Inside Llewyn Davis. La sua vita non è facile: senza soldi e senza una casa, cocciuto e attaccabrighe, Llewyn passa da un appartamento all’altro nel gelido inverno di New York portandosi dietro la chitarra, gli LP invenduti e un gatto di nome Ulysses. Il sogno sembra realizzarsi quando Llewyn parte alla volta di Chicago per un’audizione con il discografico Bud Grossman.
  • Voto redazione: 8
Vota il film:
(3 Voti)

Scritto da Alessia Paris

Hang Me, Oh Hang me, and I'll Be dead and gone
Hang Me, Oh Hang me... I'll be dead and gone
wouldn't mind the hangin... but the layin in the grave so long
poor boy... i been all around this world

 

Inside Llewyn Davis è un film sussurrato, con le labbra quasi serrate, dedicato a quelle orecchie sensibili nascoste dietro ai capelli della gente capace di ascoltare oltre. La sua bellezza vive nelle note scandite ai colpi di polpastrelli sulle corte tese e consunte della chitarra di Llewyn Davis, giovane artista scapestrato alla ricerca di mani pronte a battere per lui.

 

Dopo i lunghi giorni cala sempre la notte e le porte aperte per far riposare Llewyn Davis sono poche. Le sue rocambolesche avventure di sopravvivenza d’artista, i suoi occhi segnati dalla stanchezza, la compagnia di quel gatto rossiccio e capriccioso, l’amore crudele per Jean Berkey (un’arrabbiata Carey Mulligan dai capelli lunghissimi lasciati cadere quasi a cercare di nascondere le sue debolezze) riempiono i giorni di Llewyn Davis.

 

Oscar Isaac si cela perfettamente negli umili ma dignitosi abiti di Llewyn e lo accompagna con fierezza lungo le strade alla ricerca della sua stella fortunata. La strada è lunga e l’aria è fredda, chi è disposto ad ascoltare non è però disposto alla scommessa, al rischio di puntare sull’emozione invece che sul denaro e la melancolia si insinua sotto pelle, lungo le vene, ricoprendo di brividi la pelle e tenendoci tristemente compagnia.

 

Ethan e Joel Coen tornano alla regia con un film musicale, emozionante e coinvolgente, in cui il racconto non è il fine ma il mezzo. La vera protagonista è qui la musica, che oltre a far riempire i piccoli locali negli scantinati nel Village, riempie i nostri occhi e i nostri sensi, coinvolgendoci in un ascolto illustrato, quasi come con un lungo videoclip, in cui l’immagine si fa da supporto e non da padrona. La poeticità del film riesce a venire esaltata continuamente dalle scelte fotografiche e registiche, fino al punto da generare un romantico e malinconico loop chiudendo il cerchio su se stesso, come un cane che incosciente cerca di mordere quella coda scodinzolante dietro di sé.

 

Forse non è il caso di scomodare parole come film imperdibile, ma indubbiamente di film capace di toccare profondamente gli animi sensibili alla musica folk, raccontandoci una delle tante anonime storie americane offuscate dalla successiva ascesa del maestro del genere: Bob Dylan.

 

Voti della redazione

Media voti Cinema Bendato

Alessia Paris

7½ 

Greta Colli

 

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

8½ 

 

 

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.