NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Boyhood

  • Titolo originale: Boyhood
  • Paese: U.S.A.
  • Anno: 2013
  • Regia: Richard Linklater
  • Genere: Drammatico
  • Durata: 164 min.
  • Cast: E. Coltrane (Mason), E. Hawke (Padre), P. Arquette (Madre)
  • Sceneggiatura: R. Linklater
  • Soundtrack: n.p.
  • Fotografia: L. Daniel, S. Kelly
  • Montaggio: S. Adair
  • Distribuzione: IFC Films
  • Uscita in sala: 23.10.14
  • Visione in v.o.: Consigliata
  • Trama: Il film segue la vita di Mason dai suoi primi giorni di scuola fino all'ammissione al college. In un ampio arco di tempo Mason impara a gestire la sua vita, divisa tra due genitori divorziati - un padre eternamente immaturo e una madre sentimentalmente vulnerabile - e una sorellina fastidiosa.
  • Voto redazione: 9
Vota il film:
(4 Voti)

Scritto da Greta Colli

Vi ho cresciuto, vi ho dato tutto e ora mi sento a un passo dalla tomba.

 

Finalmente un Film con la f maiuscola. Richard Linklater continua a sorprenderci raccontandoci la storia di Mason e della sua famiglia. Insieme a lui percorriamo il tempo che va dall'infanzia fino a dopo l'adolescenza, addentrandoci completamente nel suo mondo e seguendo la sua crescita.

Punto di forza del film è sicuramente la scelta ardita del regista di girare dal 2002 al 2013, così da farci notare i reali cambiamenti fisici presenti sugli attori. Dodici anni per tre ore di film rendono Boyhood un gioiello che non deve assolutamente andare perduto.

Dopo averci raccontato la storia di Jesse e Celine dal primo Before Sunrise al recente Before Midnight con la stessa attenzione al cambiamento senza far mai perdere l'attenzione alla storia, Linklater continua a mostrare una grande capacità nell'utilizzo dei dialoghi. La sceneggiatura di Boyhood è perfetta, estesa su un equilibrio mai in bilico ma sempre in grado di mischiare la comicità al dramma con intuizione e intelligenza.

Il regista riesce ancora una volta a differenziarsi dagli altri per la scelta dei temi proposti. Le sue storie non sono mai particolarmente complicate ma anzi, piuttosto semplici e comuni ma la sua bravura sta proprio nel riuscire a rendere unica una storia e una vita qualsiasi. Come non ci si stanca mai di ascoltare le lunghe discussioni tra gli innamorati di una delle più belle storie d'amore moderne, anche questa volta si spera che lo schermo non si spenga mai per vedere che piega prenderà la vita del giovane Mason.

 

Voti della redazione

Media voti Cinema Bendato

Alessia Paris

Greta Colli

9 

Noa Persiani

 

Lorenzo Bottini

» ideals

 


Togliamo le bende al cinema.

Togliamoci le bende.

» sponsor



 
    

 

 

 

 

» about

 

Cinema Bendato

Manifesto

Redazione

Facebook

Twitter

Credits

Link

 

Contattaci

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.